Ricarica aria condizionata

Ricarica dell'impianto di condizionamento del veicolo

QUANDO EFFETTUARE LA RICARICA

Quando occorre ricaricare l’aria condizionata dell’auto? Questa è una domanda che molti automobilisti si pongono. Eppure, dare una risposta non è così semplice come può sembrare. E’ un’operazione molto soggettiva che può dipendere innanzitutto dalla frequenza con cui si utilizza l' aria condizionata. Ma come si può fare, quindi, a capire che il condizionatore della propria auto necessita di una ricarica? Al verificarsi di alcuni fattori si può presagire che occorre procedere. Questi sono, ad esempio, la minore capacità di raffreddare o riscaldare l’abitacolo e la fuoriuscita di cattivi odori.

Inoltre, se l’impianto dell’aria condizionata dell’auto impiega troppo tempo per far fuoriuscire aria fredda è necessario un . In linea generale, è consigliabile ricaricare il climatizzatore ogni due anni o ogni 60.000 Km. Con la stessa scadenza temporale occorre sostituire il filtro disidratatore, importante perché cattura le impurità presenti nell’aria e contribuisce all’assorbimento dell’umidità. Inoltre, è necessario, più o meno ogni 15.000 Km sostituire il filtro dell’abitacolo. Se, poi, fuoriesce troppo cattivo odore bisogna provvedere alla pulizia totale dell’evaporatore.